Riso con ceci e patate

18 commenti

HPIM4058scalataIngredienti
Brodo di cottura dei ceci, con carota e cipolla bianca
Riso thai in proporzione circa 1:3 riso:acqua
Ceci lessi 2 cucchiai a persona
Patate appena lessate 1 piccola a persona
Menta secca sbriciolata
Sesamo e lino, semi
Procedimento
Portare a ebollizione il brodo dei ceci, gettarvi il riso. Abbassare la fiamma e cuocere secondo le istruzioni della varietà che usate. Verso fine cottura unire i ceci, metà interi e metà frullati, la menta sbriciolata e le patate a tocchetti. Terminare nei piatti con olio ev a crudo e una spolverata di sesamo e lino appena pestati nel suribachi
Come vedete è stato gradito :-D

17_gennaio_2010_scalata

   
  1. Mirko 22 gennaio 2010 alle 01:48
    Mirko

    Che bella famigliola! Buona la ricetta! Sono felice per te!


  2. Mauschen 22 gennaio 2010 alle 07:31

    il riso con i ceci, assieme alle patate, era una delle cose che preferivo in assoluto nella mia “vita precedente”. Bellissima e buonissima ricetta :-)
    Sei una maga, con degli “alleati” davvero stupendi :-)


  3. Francesca 22 gennaio 2010 alle 07:57
    Francesca

    Io questo lo voglioooooooooooooooooooooooooooo


  4. Cri 22 gennaio 2010 alle 11:17
    Cri

    Bellissimo! E bellissima la piccola divoratrice di ceci (anche la mia li adora!)


  5. feja1984 22 gennaio 2010 alle 11:29
    feja1984

    ceci,riso,patate….gram gram!!!! :-)


  6. Nadir 22 gennaio 2010 alle 11:29

    Ma che bella la monella! mi piace pure la ricetta, un abbraccio :)


  7. Ambrosia 22 gennaio 2010 alle 11:57
    Ambrosia

    bella bimba!!!! che occhi splendidi che ha…mamma mia!! forse brillano anche dalla gioia per una pappa così buona??? ;)


  8. Mariagrazia 22 gennaio 2010 alle 12:25
    Mariagrazia

    Ti ho appena dato una risposta sui fitati nei fiori di campo!

    …ecco vedi, io invece ora ho il dilemma dei semi di lino… un tossicologo mi ha detto che sono addirittura non commestibili per gli esseri umani… mentre in tutti i manuali e articoli che leggo sull’alimentazione vegan sono straconsigliati…
    Mo’ nel dubbio non li sto più consumando…

    Il tuo riso è comunque appetitoso e molto gradito dalla tua famigliola! che carina Ipy!

    ;)


  9. Nello 22 gennaio 2010 alle 14:52

    però io l’avrei chiamato riso con ceci perchè di patata non se ne vede nemmeno mezza O__O

    mi piace molto la ricetta e gli occhi di Ipa sono uno spettacolo :-D

    una piccola annotazione da curiosone scostumato: ma che è tutt chillù burdell ngopp a’ chella tavl???? mamm rò carmn!!! O__O


  10. Chicca66 22 gennaio 2010 alle 15:22
    Chicca66

    Favoloso questo riso sa da farsi :-)Ma quanto bella è Ipazia e quanto è cresciuta :-)
    Non ho mai trovato nulla in merito ai semi di lino che siano non commestibili, non facciamo scherzi io li consumo abitualmente :-(


  11. yu 22 gennaio 2010 alle 17:03

    Che meraviglia la tua bimba! e ottimo il riso..ceci e patate..che fame!


  12. neofrieda79 22 gennaio 2010 alle 20:47
    neofrieda79

    Grazie a tutti del calore :-D
    @mariagrazia: ti ho letta, grazie! Mi sa che col lino il discorso è molto simile.
    @Nello: hi hi tanto anche se non lo ho inquadrate tu vedi patate dappertutto :P credevo mi avresti capita quanto al tavolo..quando ipazia ha fame non c’è tempo di fare tanta coreografia (leggi: ordine). Vuoi dire che tu invece aspetti di apparecchiare col servizio d’argento ^_^


  13. Nello 22 gennaio 2010 alle 21:03

    ahahahah :mrgreen:
    ehm io non pranzo con posate d’argento..però lo devo ammettere..una delle mie fisse è l’ordine! il “caos” materiale mi far star male :-(

    un bacione ad ipaaaaaaa :-D


  14. neofrieda79 23 gennaio 2010 alle 08:36
    neofrieda79

    Io sono abbastanza indifferente al caos – basta che io trovi in ordine i miei documenti. Ma devo dire che, viste le persone con cui ho vissuto – una più casinista dell’altra – me la sarei messa via comunque :-)) hi hi se vuoi venire a strippare qui magari convinci i miei familiari sarebbe divertente :-)) ‘ordine for Nello ‘


  15. Mariagrazia 24 gennaio 2010 alle 21:01
    Mariagrazia

    @ Chicca
    Mi dispiace, anch’io ne facevo un consumo regolare, ma poi ho incontrato un tossicologo (insegnante universitario della materia) che mi ha detto che i semi di lino sono tossici per il consumo umano. Da allora sto cercando articoli scientifici che asseriscano il contrario e da allora il mio barattolo di semi di lino non l’ho più toccato.
    Nei libri di alimentazione vegan li propongono come miglior integratore degli omega 3, a patto che siano in ottimo stato di conservazione e che vengano macinati prima del consumo. Ma non ho trovato gli articoli scientifici a supporto di tali asserzioni.
    Continuerò a ricercare… nel frattempo per precauzione ho sospeso il consumo.
    ;)


  16. neofrieda79 7 febbraio 2010 alle 10:01
    neofrieda79

    Uh Mariagrazia..ma il docente che tu conosci che bibliografia ti ha dato? a me interessa assai, visto che li do alla piccola e su SSNV li ha sempre caldeggiati!


  17. Mariagrazia 8 febbraio 2010 alle 20:17
    Mariagrazia

    vai nel sito http://alimentazione-naturale.blogspot.com/ e fai una ricerchina lì. Sono un po’ fuori uso ora, spero che questo ti basti!
    ;)


  18. EliMarVal 30 maggio 2011 alle 12:15
    EliMarVal

    Per la questione dei semi di lino è vera in parte… nel senso che è vero che contengono acido cianidrico (che è un veleno) ma lo contengono in piccole quantità che si potrebbero considerare trascurabili, non accade spesso di farsi una scorpacciata di semi di lino per intenderci, mentre l’olio di lino non dovrebbe contenerlo ed è più indicato dei semi, se ovviamente non ossidato… cioè conservato sempre in frigorifero e ben chiuso (questo a partire dal punto di vendita, perchè anche quando non è stato mai aperto si può alterare a temperatura ambiente, quindi conviene comprarlo da chi cel’ha già in frigorifero), per il resto cerca un pò su google “semi di lino acido cianidrico” e fatti un’idea tu, perchè quello che troverai sarà discordante, come del resto tutta l’informazione che gira, e come del resto sono discordanti anche i pareri degli studiosi… una cosa è certa quasi tutto se è troppo fa male, quindi basta un pò di buon senso e variare nell’alimentazione alternando i cibi in modo che non ci sia un’overdose di un’unico alimento.

    Dell’acido cianidrico nei semi di lino ne parlano anche sul sito del “metodo kuosmine”: http://www.kousmine.eu/page40/page42/page52/page52.html
    nel quale dicono di utilizzarli ma con cautela, e alternarli con l’olio di lino che non lo contiene, ma non dice di bandirli completamente.

    mentre qui dice: “I semi di Lino contengono anche una modestissima percentuale di glucosidi cianogenetici (1%) che possono rilasciare per idrolisi acido cianidrico, anche se successivamente inattivato a livello gastrico. Una piccolissima parte di glucosidi viene invece trasformata in tiocianato, tossico solo ad alte dosi.” http://www.universonline.it/_/erbe_e_piante_medicinali/lino.php



Aggiungi un commento

VeganBlog.it


© NRG30 S.r.l.
P.IVA 06741431008
tel. +39 0636491957
fax +39 0636491958

Info

chi siamo
contattaci
feed RSS feed rss

Show Biz Network

ziogiorgio.it
ziopages.it
zioforum.it
ziobazar.it
ziomusic.it
integrationmag.it

 

ziogiorgio.com
ziopages.com
ziogiorgio.de
ziopages.de
ziogiorgio.es
ziopages.es

 

ziogiorgio.fr
ziopages.fr
chitarristi.com
bassisti.com
lightsoundjournal.com
ziogiorgio.tv

Life Network

promiseland.it
veganblog.it
veganok.com
biodizionario.it

 

veganwiz.com
veganwiz.es
veganwiz.fr