Caramello: salsa, mou, fudge

Caramello_con_mandorle
Ingredienti:

zucchero
latte di cocco
margarina (o burro di soia)
estratto di vaniglia
470 g  di zucchero di canna  (metà granulato e metà quello integrale dell’equo-solidale, avete presente? Bello compatto)
120 ml di latte di cocco
80 g di margarina
1/2 cucchiaino di sale

Procedimento:
Il caramello nella foto  con le mandorle è nello stadio detto anche mou, cioè il caramello  gommoso, che si può plasmare nelle mani, morbido, che resta morbido per qualche tempo,  tipo quello nel Mars o nelle barrette Dove. Io qui l’ho mescolato insieme a delle mandorle pelate che avevo in casa, per farne dei “croccantini di mandorle” ma morbidi.  Sono venuti buonissimi, il problema è che il mou è appicciccoso per natura, ed è stato difficile staccarli dalla carta da forno.  Ma in questo stato denso, si può usare anche come base di piccole crostatine, o addirittura nello Strudel con le mele… yum… Si devono portare a ebollizione lo zucchero di canna, il latte di cocco, la margarina e il sale in una pentola larga e poi far bollire per 5 minuti!!! Non di più!! Poi mettete subito  la pentola a raffreddare nell’acqua fredda e continuate a mescolare ancora 1 minutino e avrete la consistenza della salsa di caramello, verrà giù dal cucchiaio che è un piacere… A questo punto avrete lo stadio di “salsa di caramello”,  che è allo stato liquido e viene usata da versare sul gelato, o sul creme caramel o sui muffin come decorazione oppure sui popcorn.  Resta liquida solo per poco, appena messo in frigo si solidifica,  ma basta far scaldare un pentolino di vetro nell’acqua calda e si riscioglie.  E’  buona anche da mangiarsi cosi,  mentre cola dal cucchiaio, altro che 9 settimane e mezzo… Per arrivare alla versione mou,  mettetelo in forno per circa 5 – 10 minuti a 200° insieme alle mandorle e poi lasciatelo raffreddare per qualche ora.  Vi uscirà dal forno tutto a bolle, non vi preoccupate,  poi nel raffreddarsi si modifica. Infine c’è la versione porosa e più solida del caramello,  che viene fuori dopo che si è lasciato raffreddare almeno  4 ore al freddo e che qui vi propongo nella versione di un dolce tipico inglese chiamato “fudge”. Sono dei quadretti regolari. L’ho fatto al cioccolato per darlo a gente a cui piace molto l’albero del cacao! Io preferisco la versione  senza cioccolato,  e il colore in quel caso resta un marroncino chiaro, quasi beige, del caramello raffreddato…  Sono molto buoni ma più di 1-2 non si possono mangiare, troppo dolci! Per fare i fudge cambiano solo le quantità (lo zucchero bianco in polvere 175 g, la margarina 40 g, il latte di cocco 60 g, gocce di cioccolato a scelta 130 g). La differenza è che si deve sciogliere tutto a bagnomaria fino a quando tutto si è combinato insieme, pochi minuti. Dopodichè va versato tutto in una terrina da forno (con la carta da forno) e va lasciato raffreddare per minimo 3-4 ore e poi tagliato a rettangolini… Ecco.  Questi sono i miei esperimenti con il caramello.

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Nessuna valutazione)
Loading...
  1. piango. io mi commuovo con storie così. e mi manca il mio aramis!

  2. uff piango anch’io, gli occhi di quel cagnolone…
    complimentissimi…per il caramello e per la tua dolcezza…
    il gattino è un amore!

  3. complimenti!

  4. Mamma mia, Babi, quegli occhioni mi ricordano tanto i miei cani che non ci sono più…che tristezza 🙁
    “Tutti si meritano un po’ di caramello nella vita” è verissimo.
    E a proposito, grazie mille per questa ricetta, mi sono sempre chiesta come ottenere il caramello allo stato liquido!

  5. Che bella storia…mi spiace tu stia giù. Comunque utili le informazioni anche se non amo il caramello!

  6. splendido tutto quello che hai postato, mi dispiace moltissimo per il cucciolone, anche se so che al canile sarebbe morto prima, solo e senza speranza, con te so che è morto circondato dall’amore…so che per lui ha significato moltissimo.
    Bravissima per il caramello, non ci sono parole per dirti bravissima per avere dato un po’ di amore a chi ne aveva perso il ricordo e la speranza.

  7. Babi, non ti conosco ma direi che basta leggere questo tuo post per capire che sei una persona speciale. Spero che il tuo malumore passi presto!

  8. povero, come mi spiace…ma vedrai che questi 20 giorni sono stati per lui i più belli della vita. 🙂
    …………..se qualche genio mi crea i veganMars giuro che vi posterò una torta stratosfericamente buona!!!!!! LANCIO UN APPELLO

  9. mi spiace tanto per la tua perdita …

  10. Ti ringrazio tantissimo per questa ricetta: io mi sento stupidissima perchè non sono in grado di fare il caramello, immancabilmente lo brucio! Vabbè che oramai non ci riprovo da anni… Probabilmente il mio sbaglio è sempre stato quello di non mettere la pentola in acqua subito dopo!

    Concordo pienamente con Elle: chi ha una sensibilità come la tua non può che essere una persona speciale!

    Mi spiace davvero che il cagnolone sia morto… Ma sono sicura che se n’è andato felice, felice di essere stato coccolato, amato e curato in questo mesetto in tua compagnia…
    Io credo che gli animali abbiano un’anima, un’anima più pura e più “meritevole”, rispetto a quella degli schifosi esseri umani, di stare in Cielo e di godersi la beatitudine che Qualcuno, un Dio o come vogliate chiamarlo, ha deciso di regalare a tutti noi esseri viventi…

    Gli mando un grosso bacione sul muso… E gli auguro un sereno riposo…

  11. Il tuo cane in quei 20 giorni ti ha amata tantissimo, quanto tu hai amato lui. Quando il dolore si attenuerà, ti resterà un ricordo dolcissimo. I nostri animali sono sempre con noi. Un abbraccio.

  12. Babi quello che hai fatto per il vecchio labrador è veramente fantastico e quei 20 giorni sono stati un dono meraviglioso che gli hai fatto 🙂 Per quanto riguarda il caramello ne posso fare anche a meno 😉

  13. ti ringrazio per il caramello che non sapevo fare e ti abbraccio forte babi per lenire, anche se è poco, la tua sofferenza.

  14. Mi hai commossa! Io ieri un lutto: i tre cani maschi sono scappati nella vigna e han fatto fuori le 4 ragazze – cioè le galline salvate dal macello 🙁 Beh, almeno gli ultimi mesi avevano vissuto una vita dignitosa..

  15. Quanta dolcezza, Babi, in questo tuo post…
    Sniff, sniff !

  16. credo che tu abbia dato amore al cane e ciò lo ha confortato in un momento di bisogno, brava e grazie a nome delle persone che rispettano gli animali prendendosi cura di loro anche nei momenti più duri (per la loro vita).

  17. Babi, le parole del tuo partner te le avrei detto anche io. Ha vissuto 7 anni d’inferno…ma vivere un mese con te sono sicuro che ha conosciuto un piccolo GRANDE paradiso 😀
    Dalle sue pupille si nota che non ci vedeva tanto bene, e il suo sguardo è segnato dalla sua “vita” trascorsa in canile.
    Grazie per avergli dato TANTO caramello in pochissimo tempo 😀
    Non farti costernare dal dolore! Un giorno con lui, il mio Raul e tutti i nostri amici animali ci rincontreremo e vivremo in un mondo diverso da questo! Ne sono convintissimo!!!!
    Gli mando un bacione e spero che ovunque sia gli arrivi….

    la tua gattina è uguale alla mia Titti 😀 anche lei aveva quel tipo di colorazione 😀 fra pochi giorni, il 22 gennaio faranno 5 anni che non c’è più 🙁 mi manca tantissimo!!! il chiosco senza lei, è un mortortio 🙁 ma pure lei rivedrò…

    il film se lo trovo in italiano lo guarderò e ti farò sapere. Se lo hai suggerito tu, vale davvero la pena guardarlo…

    la ricetta caramellosa è proprio bella Nellosa 😀 mi sarà utilissima in futuro per tantissime ricette 😀

    che dire ancora…TI VOGLIO BENE! 😀

  18. Babi, quando stavo in Inghilterra adoravo il fudge, quindi questa tua ricetta è un regalo meraviglioso, così come quello che hai fatto al Labrador.
    E la tua gattina è identica alla mia, che come quella di Nello, mi ha lasciato, quando ero incinta della belva. Mi dispiace moltissimo che non si siano potute conoscere, perché era una gatta molto “vocale” e attenta a quello che le succedeva intorno, oltre ad essere stata una madre premurosissima, e avrei voluto vedere la sua reazione di fronte alla belvetta appena nata.

  19. Grazie a tutte e tutti… Ho dimenticato di aggiungere che c’è già una ricetta di mou qui sul sito, ora l’aggiungo. Da quella ho imparato che il latte di cocco è fondamentale per fare il caramello vegan.

  20. Ciao Babi,
    prima di tutto complimenti per il bel gesto che hai fatto per questo vecchio labrador anche se per poco è stato benissimo, ne sono più che sicura…capisco benissimo come stai in questo momento….io ho perso da poche ore la mia piccola adorablie peste dopo 16anni di convivnenza….. 🙁

    come sempre complimenti per la tua ricetta appena possiblie la faro’
    e continua cosi 🙂 un abbraccio

  21. Babi, che dire.. e’ stato un gesto dolcissimo dare conforto a quel bel cagnone nei suoi ultimi giorni..
    e come e’ vero! tutti si meritano un po’ di caramello nella vita!
    Io ho da poco adottato una micia trovata da un vet denutrita e con una zampa rotta che si stava calcificando.. l’ha rimessa in piedi con tanto amore e poi rischiava di finire in gattile. be’, ora e’ qui che mi guarda con i suoi occhioni riconoscenti e dolci! esattamente come il tuo bel labrador avra’ guardato te 🙂
    non essere troppo triste, hai fatto una cosa bellissima 🙂
    un abbraccio

  22. Che gesto meraviglioso..mi ha commosso così tanto che l’ho raccontato alla mia mamma..anche lei si è commossa e mi ha promesso che quando i suoi animali(io e mio fratello…0__0) andranno via di casa, andrà anche lei ad adottare un cagnolone al canile!Questa cosa mi ha resa felicissima perchè la mia mamma purtroppo non ha mai voluto animali in casa,anche se pregata tante volte..Grazie per questa tua storia..Sono sicura che il cagnolone ha vissuto con te coccolato e sentendosi amato dopo tanto tempo..=)
    Un abbraccio a te e un pensiero al cagnolone…

  23. Ciao Babi,
    so che coaa provi per la morte di Cucciolo, ma credi, come scrive Nello, che è un “arrivederci”. Se ti fa piacere chiedi a Sauro la mia mail e ti mando uno scritto a questo riguardo…
    Un abbraccio forte forte

  24. NELLO: si, ci vedeva poco ed era quasi sordo.. Ma si meritava di vivere almeno ancora un mese.. Questa sfortuna che ha avuto faccio ancora molta fatica ad accettarla. Grazie..
    BENNY: bravissima, bel gesto
    A.LISA: ok
    RAFFAELLA: spero davvero che tua mamma ne prenda uno anche prima..
    LARA: caspita…. te l’aspettavi o l’hai dovuta far sopprimere? Mi spiace molto….
    CRI: non è la prima volta che sento parlare di gatti o cani che muoiono poco prima che la “padrona” abbia un bambino, quasi volessero evitare di distogliere attenzioni… che strano…
    ILARIA: già, si meritano di piu’ il Paradiso (se c’è) di molti umani, e invece pensa che in moltissimi cimiteri non li fanno nemmeno entrare i cani….
    AMBROSIA: ho aggiunto la ricetta del Mars nel post…

  25. Posso aggiungere un altro po’ di dolce alla tua tristezza?

    Un libro davvero carino, Torta al caramello in Paradiso.
    E’ leggero, ma qualcosa lascia…

    http://www.anobii.com/books/Torta_al_caramello_in_Paradiso/9788845413995/010a1ca6f158d3b3c5/

    😉

  26. babi non ti dico altro, perchè ti prenderei in giro. Spero soltanto che superi al più presto questo tuo stato d’animo…

    ieri vidi un mio amico,forse per mercoledì avrò il film e lo vedrò 😀

    quando gliel’ho chiesto lui mi ha risposto: ma forse intendi chocolat??? O__O

    ed io: no..no ti sbagli si chiama caramel!

    e lui: ma no..ma no…quello era chocolat O__O

    alla fine tra cioccolato e caramello non ci ripigliavamo più :mrgreen:

    per fortuna che gli ho fatto vedere la locandina che hai segnalato tu qui, e alla fine si è convinto 😀

    non vedo l’ora di vederlo, anche perchè la trama mi attira molto…

    ciao, un bacione!!!

    …e un bacione anche a te Cucciolo che di sicuro ci starai guardando!!!! 😀

  27. ciao Babi, in qualche modo me l’aspettavo ma lei mi ha aspettata che tornassi dal lavoro e poi se ne andata…..è rimasto un grande vuoto…per fortuna ce il micio che mi consola e non mi lascia mai sola, solo i nostri amici pelosi capiscono come stiamo… e ci conosolano senza chiedere nulla in cambio, vogliono soltanto esser rispettati 🙂

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Vai alla barra degli strumenti