Latte agli anacardi

IMG_1248

Facilissimo da fare e soprattutto buonissimo!

Ingredienti
ca. 65g anacardi (daranno ca. 85g di noci reidratate)
1/2l acqua filtrata
1 cucchiaio succo d’agave
un bel pizzico di sale

Procedimento
1. mettere a bagno le noci la sera prima
2. sciacquarle con acqua corrente e mixarle con il 1/2 litro d’acqua
3. aggiungere il sale e succo d’agave altrimenti rimane un po’ blando (poi dipende dall’uso che ne volete fare)

Non ce ne dovrebbe essere bisogno, ma a volte rimangono dei pezzettini di noce non tritati quindi vi consiglio comunque di passarlo con un setaccio da farina prima di berlo 🙂

1 Punto2 Punti3 Punti4 Punti5 Punti (No Ratings Yet)
Loading...
  1. ma andrà benissimo per un frullato immagino :P:P sembra buonissimo (adoro gli anacardi al naturale!) non so cosa fare delle noci tritate rimaste però :O magari le mischio con carruba e agave?boh boh vedremo. hahah bravissimo alessio

  2. acciderbolina! detesto il fatto di non poter mangiare la frutta secca,non immagini quante ricette vorrei provare…questa compresa! ;(

  3. babyjei, è per l’acidità? le mandorle credo si possano mangiare no? spero di si 🙁 un bacio

  4. @babyjei non puoi per via di qualche allergia o non ti piacciono?
    @mannequin perché non ci fai un qualcosa tipo di flapjack? 😀

  5. purtroppo sono allergica!! se per caso mi trovo frutta a guscio in qualche piatto vado dritta in ospedale!!… è uno strazio, sopratutto perchè tanti prodotti ne contengono tracce all’interno….

  6. povera, mi dispiace io non saprei vivere senza noci.. :/
    ma non ci sono rimedi a questi tipi di allergie a parte evitare di mangiare frutta secca a guscio?

  7. posso provare!! spero di non fare qualche disastro, sono abbastanza una frana soprattutto con i dolci lol (ma dimmi che figata è vivere a berlino!?!mi ispira tantissimo la città :O)

  8. dicono che assumendo molta vitamina c e acido folico l’allergia si attenua…ma io ne assumo decisamente in abbondanza, e fin’ora non ha dato grandi risultati. ormai mi devo rassegnare a non poterne mangiare per tutta la vita credo…!

  9. @mannequin berlino è molto bella come città e si vive bene, l’unica cosa è che non c’è lavoro e la lingua mi fa c****e! haha.. così me ne torno a londra tra qualche mese
    @babyjei prova a fare qualche ricerca online o parlare con chi segue delle diete crudiste, magari loro ti possono aiutare, non so..

  10. uau O__o aaaaaaargh devo comprarmi un mixer o impazziscoooo

  11. Complimenti per la ricetta Alessio, purtroppo non so dove trovare gli anacardi… qualcuno conosce un negozio bio ad Arezzo ( studio qui, ma sono abruzzese )?
    @babyjei: In effetti la frutta secca è molto difficile da evitare, ma da quando sai di essere allergica? Hai problemi anche con gli oli di semi?

  12. sai che non ho mai assaggiato gli anacardi???cmq credo che questo possa essere un’ottima base per dei frullati e ache per dei cocktail!!!!!!
    😉

  13. esageratissimoooo! mi inietterei gli anacardi in vena, se non fosse che scappo davanti agli aghi… che buono! e poi dritti dritti nel flapjack con margarina, fiocchi d’avena e sciroppo. yum. ma come a berlino non c’è lavoro? io confido in lei e tu mi dici così? mmmm…

  14. @alessio: che figataa guarda appena potrò girerò anche io hee hee 😀 e ti capisco perfettamente del fatto che non vuoi tornare!!

  15. Alessio, grazie del consiglio, proverò a informarmi.
    x Ludovica: anche tu ad Arezzo,eh?? 🙂 di negozi bio c’è il Sapore di Sole (grandino e fornito)e il Granello di senape(piccino ma delizioso). se vuoi ti dico dove sono!
    So dell’allergia da quando a tre anni mia madre mi fece le prove allergiche, e di fatti ogni qual volta ho anche per sbaglio assaggiato un pinolo o una nocciolina sono stata malissimo, ho prurito ovunque e mi si gonfia la linga e la trachea tanto che fatico a respirare! e anche gli oli preferisco usare quello d’oliva tanto buono e sano…

  16. che strana questa cosa che gli anacardi in italia non si trovino facilmente. mi ricordo che silvia keroppola, anche lei toscana, non riesce a trovarli dove abita.. boh? io quando torno dai miei a sanremo li trovo facilmente in una bottega di cibi locali/particolari

    @betti a dire il vero berlino è la città con uno dei tassi di disoccupazione più alti qua.. sono un po’ la pecora nera del paese che vive a spese del resto della germania (“dell’ovest”)

  17. @babyjei: sei di Arezzo? ah bene quindi ce ne sono due!si mi faresti un piacere, il mio punto di riferimento è l’università ( abito lì vicino ), spero non siano troppo lontani perchè il mezzo più veloce che ho è la bicicletta:)

  18. 🙁 non dirmi che mi tocca andare nell’operosa bayern! mi fa troppo schifo (con rispetto parlando!). è che berlin mi sembra il posto giusto dove aprire l’imbiss dei miei sogni (ad avere i soldi, chiaro), c’è talmente tanto fermento che certe cose sembrano essere apprezzate (vedi i mille posti veg). per quello che studio, poi, non dovrebbero esserci paragoni… il 70% degli studi citati dai miei professori sono tedeschi, i derivati di lupino sono tedeschi, la germania commercializza alcuni fitoderivati come farmaci (dando quindi importanza a una cosa qui snobbata)…mah.
    comunque sono stata da hans wurst recentemente e mi è piaciuto un sacco, sebbene il mio cuore sia occupato dalla zuppa che fanno da nil. scusa lo zuppone, ora ti mollo. cià cià

  19. Ludovica, non sono lontanissimo da lì…il Granello di Senape è praticamente in Guido Monaco, e il Sapore di Sole in via Pò. Se cerchi su google comunque trovi mappa e tutto!

  20. Grazie mille baby, vado subito a vedere e domani ci vado!

  21. ah beh, se mi parli di aprire un’attività per conto ovvio che ci puoi riuscire, anche perché la maggior parte dei posti vegani offrono junk food a non finire e c’è bisogno di qualcosa di un po’ più salutare 😀
    gli affitti qua non costano molto e ho visto gente aprire un locale vegan/brasiliano che non parlano neanche molto tedesco.. quindi è fattibile, ce la puoi fare se sai che questo è il posto dove ti piacerebbe farlo! le potenzialità ci sono!

    cmq, sì su quello puoi andare tranquilla. la germania farà pure schifo dal punto di vista culinario però non dico la maggior parte, ma moltissimi prodotti vegani che sono sul commercio europeo sono tedeschi (vedi soyatoo, taifun, rapunzel, viana, wheaty, etc..)

  22. Questo al mattino, sui miei cereali dev’essere una bomba!!!!!!!!!!!!! grande Ale..

  23. Wow, che bello!!!
    Appena trovo gli anacardi senza sale lo faccio con la mia vegan star!!!!!
    Grazie Alessio!!!!
    Mo’

  24. Chissà perchè gli anacardi me li dimentico sempre! Ale non mi hai detto che hai la macchina per fare il latte veg? Con la mia si può fare il latte di mandorle quindi suppongo che si possa fare anche questo con gli anacardi, perchè non provi 😉 Baciotto

  25. proverò a farlo con la macchina del latte veg, penso che cmq verrà qualcosa di molto simile. forse leggermente meno farinoso..
    ti farò sapere come va l’esperimento.. 🙂

  26. Bell’idea Alessio. Ma per acqua filtrata intendi: depurata, decalcificata o cosa? Io a Roma li trovo facilmente gli anacardi sia al naturale sia tostati. Mi piacciono ma perdono sapore facilmente (almeno rispetto all’altra frutta secca).

  27. …questo mi mancava all’appello…. grazie!!!!!!!!! 🙂

  28. @andrada per acqua filtrata intendo acqua della bottiglia o filtrata con il filtro (tipo brita o altro..) per levare le impurità e il gusto di lavandino haha

  29. Complimenti Alessio, deve essere proprio gustosa questa bevanda.
    Per quanto riguarda gli anacardi io li prendo da naturasì o altri negozi di prodotti bio oppure per chi è di Roma si trovano anche da Castroni.

  30. Crudista e semplice. Sai che mia sorella vive a berlino? è anche lei vegeteriana…Magari quando vado a trovarla ci facciamo una cenetta! Tra l’altro adoro berlino e probabilmente anch’io verrò a vivere lì!

  31. Ma che bontà!
    E che bella berlino: di solito non mi piacciono le grandi città ma berlino… BERLINO non ha paragoni!
    La ADORO!
    Stavo facendoci anch’io un pensiero di trasloco, avevo pure trovato una fantastica location a berlino est!

  32. beh se a qualcuno interessa io lascio il mio appartamento a fine gennaio.. 45mq a friedrichshain x 386,40 eur (inclusa acqua calda e riscaldamento)

    purtroppo a londra gli affitti, ma neanche in italia, non sono così economici..

  33. ciao Alessio, ho visto il tuo sito, che bello!

  34. c’è il club dei berlinesi qui su vegan blog ?;)
    Alessio, io avrei un’amica che cerca casa, ma fine gennaio è troppo presto, peccato.
    Comunque pensavo Friedrichshain fosse più economica…

  35. @cosetta grazie di averci fatto un salto 🙂

    @daniela ovvio che i prezzi sono saliti anche a berlino, ma in ogni caso rimane abbordabile. scusa ma dove lo trovi un appartamento di 45mq a quel prezzo in un’altra città? a milano o roma non ci affitti neanche una stanza presumo, o sbaglio? :O

  36. Non sbagli alessio! A milano costa mooooolto di più! e poi quella zona è fighissima!

  37. Persino a Cagliari (che non è proprio una metropoli) gli affitti sono più alti!
    Il tuo appartamento potrebbe interessare a mio fratello e alla sua compagna, stanno giusto valutando un espatrio a Berlino…

  38. se avete bisogno delle foto fatemi sapere, ve le posso spedire per posta così che vi possiate fare un’idea di come sia dentro 🙂

  39. @ alessio
    io parlavo in relazione agli affitti berlinesi.
    Abito a Neukölln a ridosso di Kreuzberg e pago praticamente come te per un appartamento più grande.
    Eppure pensavo che Friedrichshain costasse di meno.
    Forse perché io preso casa in affitto qualche anno fa, e ora i prezzi sono saliti.
    Comunque anch’io sto cercando casa, ma nella campagna berlinese 🙂

  40. Alessio, scusami, sono al telefono con la mia amica che è interessata e vorrebbe avere indirizzo e foto.
    come facciamo?

  41. scusate, come si mandano i messaggi in privato?

  42. ciao Alessio, ti confermo che potrebbe interessare a mio fratello, la mia posta è claudiabordicchia@yahoo.es
    grazie,
    ciao,
    Claudia

  43. ciao alessio,
    io forse cerco una nuova casa.
    É POSSIBILE VEDERE LE FOTO?
    Paola

  44. eccola qua 🙂 ciao maria paola!

  45. allora, l’indirizzo è Mainzer Straße 14, 10247 Berlin. andatevi a vedere la location sulle mappe di google. per le foto lasciatemi qua i vostri indirizzi e non appena torno a casa (o se le trovo qua al lavoro) ve le mando

    @daniela neukölln è molto meno cara di f’hain, come wedding. f’hain sta subendo una risanazione pazzesca, soprattutto nella zona di rigaer str. anche se i tipi che abitano negli squat non sono molto contenti e bombardano i palazzi con bombe di pittura..

  46. sappiate che vi odio tutti. ma quando mi laureo??? sob 🙁 me ne voglio andare anche io, ho già la mia stanzetta a neukoelln che mi aspetta… buuuhuuuu
    e comunque confermo, l’appartamento costa pochissimo. qui a milano sono folli, ho visto gente affittare una singola a 400 euro a crescenzago! spese escluse! cioè, parliamone…

  47. hey hey ma è veganblog questo o un agenzia immobiliare????
    :)sche!..beh qst latte è da provare!!mi ispira un sacco come tutte
    le cose a base di noccioline (peanut butter..ahhhhhhhhh)
    ps. buon trasloco!

  48. dadaumpa@hotmail.de
    Grazie Alessio, sei gentilissimo. Poi ti metto in contatto con lei, penso che vorrà vedere l’appartamento dal vivo.
    Comunque non mi sarei mai aspettata questi prezzi a Friedrichshain è pure vero che ci manco da un po’.
    @ Betti: e dov’é la tua stanzetta a Neukölln? 😉

  49. c’è già la fila per questo appartamento!
    A me Friedrichshain non fa impazzire, comunque meglio ad est che a ovest!
    Ma io ormai sono affezionata al mio quartiere e mi sposterei solo per andare in campagna 🙂
    Comunque non capisco perché vi piaccia tanto Berlino: é dinamica ed affascinante, ma vi assicuro che pesa tanto svegliarsi 360 giorni all’anno col cielo grigio.
    La cosa che mi manca di più di Roma è proprio il cielo azzurro!

  50. daniela, non so se si possano mettere a confronto berlino e roma.. sono due città completamente differenti, e per fortuna in due paesi diversi! ovvio che a roma hai il bel clima, però i trasporti funzionano alla c***o, c’è il vaticano, troppi turisti ed è cara. berlino alla fine fa schifo per via della lingua tedesca e il tempo, poi ovvio queste sono le mie constatazioni personali.. ognuno la vede diversamente. conosco gente che se n’è innamorata e non se ne andrebbe mai, nel mio caso non fa per me.. troppo dura come lingua e la gente non mi piace neanche.. boh?

    tu perché sei venuta qua?

  51. alessio…sappi che ti “odio” per questa ricetta…..

    <3<3<3

  52. @ alessio
    Berlino fa schifo per la lingua?
    Veramente io adoro il tedesco, e mi sono innamorata anch’io subito di Berlino all’inizio 🙂
    Io sono venuta inizialmente per studio, e poi sono tornata per amore e per lavoro.
    Ma anche per bisogno di indipenza e perché non sopportavo più Roma.
    Non volevo fare un paragone tra Roma e Berlino, anche perché io per prima non riuscirei a tornare a vivere a Roma.
    Dico solo che Berlino è stupenda per chi ci vive per poco, ma gli effetti del cielo plumbeo si fanno sentire sulla psiche a partire dal secondo autunno che vi si trascorre.
    Queste non sono cose da sottovalutare per noi che abbiamo avuto la fortuna di crescere dove il sole splende spesso e il cielo solitamente è azzurro, e anche quando è grigio non arriva mai a livelli del cielo di Berlino.
    Non è un caso che i berlinesi siano come sono.
    Io subisco il fascino della Scandinavia, ma ho capito che non potrei mai vivere dove il sole fa capolino solo qualche giorno all’anno. Posso accettare il freddo, ma la mancanza di sole no, anche se ho il mio sole personale a casa 😉

  53. “ovvio che a roma hai il bel clima, però i trasporti funzionano alla c***o, c’è il vaticano, troppi turisti ed è cara.” evvvaiii ale, 100%! 🙂
    dani: la mia stanzetta sta in casa della mia amica (lei acconsente, pare) vicino alla fermata di karl marx strasse.

  54. @daniela intendevo berlino come qualsiasi altra città tedesca per via della lingua. all’inizio mi affascinava molto, i suoni così duri, ma poi ho cominciato ad odiarlo..
    certo ti do ragione, berlino è bella se ci vivi poco e per chi viene in erasmus, ma vita a natural durante non la vedo fattibile, a meno che non ci sei nato..

  55. pensa che per me il tedesco è la lingua dell’amore 😉
    L’italiano è la mia lingua madre, ma il tedesco è la mia lingua adottiva!
    Mi basterebbe un pochino di sole in più, la solarità ce la metto io :=)

  56. Alessio complimenti per il latte, l’ho bevuto oggi ed è tra i migliori vegetali che abbia sentito.
    Strana la faccenda degli anacardi, qui a Firenze si trovano in tutti i super.

    ps: ti invidio molto per Berlino, anch’io vorrei studiarci e lavorarci, faccio architettura e so che è una città molto viva da questo punto di vista. A proposito ti confermo che spendi pochissimo d’affitto. A quella cifra qui a Fi ti ci paghi un posto letto in camera con altra gente.
    Elena

  57. Hei non so dove scriverlo perchè non so se c’è la ricetta tua, comunque la crema dolce di cous cous è ESAGERATA! L’ho fatta adesso e non riesco a staccarmi dal pentolino. Sembra quella “originale”! Davvero non so da chi tu abbia preso la ricetta ma digli che ha tutta la mia stima. Fantastico, fantastico, fantastico… Davvero, è insuperabile!

  58. Io ci vivo da più di due anni a Berlino, e devo dire che anche se concordo sul fatto che la lingua può essere allì inizio difficle, dopo di chè è in discesa. Io credo che lavoro ce ne sia più che in Italia, poi nn so, magari è solo la mai opinione. Io vivo a Kreuzberg e ci sto molto bene, anche se devo dire Neukoelln è davvero bella, lo diventa sempre più. Betti vieni che starai benone!

  59. Ps: complimenti per lo sqisito latte di anacardi. lo farò sicuro. Bravo alessio

  60. Acora una cosa: Alessio Daniela, se vi va una volta si va a prendere qualcosa insieme e ci trova! Ciaooo

  61. sicuro fatemi sapere però perché io parto a fine gennaio!

  62. anche per me va bene 🙂
    vi riscrivo la mia mail:
    dadaumpa@hotmail.de

  63. Me lo segno perchè mi incuriosisce molto ed è di facile realizzazione! 😛

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Vai alla barra degli strumenti