Polpette di ceci

35 commenti

Vi ho già detto un sacco di volte che i ceci sono tra i legumi che preferisco proprio grazie alla loro versatilità in cucina. Questa ricetta è praticamente uguale ai Falafel col trucco arabo postati da MariaPia qualche tempo fa, unica differenza sono cotti in forno.

Ingredienti:

250 g di ceci secchi (ammollati raddoppieranno il loro peso)
2 belle cipolle
2 spicchi di aglio
semi di finocchio o cumino
peperoncino o pepe
1/2 cucchiaino di bicarbonato
prezzemolo in abbondanza

Procedimento:
Trascorso il tempo di ammollo scolate bene e frullare i ceci (crudi), con le cipolle, l’aglio il prezzemolo e il pepe. Agiungete i semi di finocchio e regolate di sale e pepe. Formate i falafel a mò di chenelle e mettete su carta forno aggiungendo 1 filo di olio d’oliva, cuocete in forno per 30 minuti. Potete friggerle se preferite, sicuramente son più gustosi, ma credetemi si son lasciati mangiare anche così :)

P.S.:
Se vi dovesse risultare un impasto troppo morbido potete aggiungere un pochino di farina, ma di solito non è necessario!

   
  1. Marta 26 gennaio 2009 alle 10:04

    ciao, anch’io una settimana fà li avevo preparati proprio così e in forno ed erano risultate così verdi :-) erano buonissime….


  2. Keroppola.blogspot.com 26 gennaio 2009 alle 13:12
    Keroppola

    buoniiiiiiiiiiiiiii i falafel!!!!!!


  3. Stella10 26 gennaio 2009 alle 14:55

    Ciao chicca secondo me va benissimo riproporre ricette già fatte anche perchè a me erano sfuggite!!!!!!!!! Da stampare e da fare al più presto quando trovo il prezzemolo bio fresco, grazie tesoro :P


  4. Chicca66 26 gennaio 2009 alle 15:30
    Chicca66

    Avevo paura d’esser monotona nel riproporre i falafel, ma vedo che a Stella eran sfuggiti :) Io li avevo fatti ispirata da MariaPia :) Ciao ragazze e buon pomeriggio!


  5. Laura 26 gennaio 2009 alle 16:37

    Stasera li farò al mio fidanzato! Sì sì!


  6. Ariella 26 gennaio 2009 alle 16:44

    le vado a preparare per stasera…Chicca ma il bicarbonato lo si mette prima o dopo la frullata o è uguale?


  7. chicca66 26 gennaio 2009 alle 19:29

    Io il bicarbonato l’ho messo dopo la frullata, ma credo proprio sia indifferente :)


  8. Ariella 26 gennaio 2009 alle 19:57

    sai, io già mi immaginavo tutto uno sfrizzolio nel frullatore con conseguente scoppiettata finale (bicarbonato=polvere da sparo) :-))
    vado a prepararle!


  9. ChatteNoir 26 gennaio 2009 alle 23:19

    ho giusto una domanda in tema di ceci! avevo provato a fare i falafel ma mi erano venuti piuttosto amari. qualche giorno fa ho fatto una frittata con la farina di ceci (ma sempre al forno! la linea, sapete) ed è venuta amara anche quella, cosa che non mi era mai successa. pensandoci mi è venuto in mente che ci avevo messo il bicarbonato, mentre di solito non lo faccio: può dipendere da quello? se no da cosa? help!


  10. Laura 27 gennaio 2009 alle 11:29

    Ricetta fatta! Sandro (il mio fidanzato che funge da cavia!) ha apprezzato moltissimo. Ha detto che erano veramente buone. Le ho accompagnate con una bella tazza di quinoa condita solo con un filo d’olio. Buonissima cena! Grazie


  11. Chicca66 27 gennaio 2009 alle 13:32
    Chicca66

    @ChatteNoir: mi sembra strano che il bicarbonato possa dare il sapore amaro, per quanto riguarda la farina può essere che era vecchia! A me personalmente non è mai capitato e io il bicarbonato lo uso spesso anche per i dolci :)
    @Laura: brava son contenta che il moroso apprezzi le tue prelibatezze, vedrai che non scappa più :) Salutone


  12. Riccardo 27 gennaio 2009 alle 23:38

    LI HO FATTI QUESTA SERA VERAMENTE MOLTO BUONI, GRAZIE!


  13. Claudia 28 gennaio 2009 alle 12:42

    Buone!!
    Un paio di domande: i ceci come mai non li sbollenti prima?non fanno poi “gonfiare” l’intestino?
    Se al posto dei ceci uso la farina di ceci è uguale?
    Grazie mille!
    Claudia


  14. Paola 28 gennaio 2009 alle 13:10

    Ehi Riccardo!!! Finalmente ti sei fatto vivo! Come stai? E come sta il tuo amico cagnolino?
    Un abbraccio


  15. Chicca66 28 gennaio 2009 alle 13:32
    Chicca66

    Un grosso bentornato anche da parte mia Richi, come va?
    @Claudia: per questo tipo di preparazione i ceci non devono essere sbollentati, e anche se li sbollenti il problema gonfiore non lo elimini, tutti sappiamo che purtroppo i legumi fanno un gran bene ma hanno l’inconveniente di gonfiare, inconveniente che si attenuerebbe se si mangiassero più spesso, il nostro intestino fa fatica a digerirli proprio perchè non ci è abituato, questa cosa l’ho sentita dire da una dottoressa, durante una conferenza dove si parlava di alimentazione naturale, diceva che bisognerebbe mangiare tutti i giorni un cucchiaio di legumi. Con la farina di ceci puoi fare diverse preparazioni ma non i falafel, se sbirci tra le nostre ricette trovi parecchie cose fatte con la farina di ceci. Un buon tutto :)


  16. Eugenia 28 gennaio 2009 alle 16:05

    Ciao!!! Mi piacciono un sacco i falafel!
    Ma il fatto che siano così verdi è dovuto all’abbondanza di prezzemolo o sono i ceci che compro io ad essere strani? Io ogni volta che ho provato a farli mi sono venuti sempre gialli!
    Un’altra cosa…con 2 spicchi d’aglio non si sente troppo il sapore aglioso?
    Tutte queste domande non sono per fare polemica, solo che i tuoi falafel sembrano molto + invitanti dei miei! :P


  17. Michele 28 gennaio 2009 alle 21:56

    Buonasera signora/ina Chica66,
    Mi chiamo Michele e Le porgo i più sentiti ossequi per le ricette che con noi condivide , in particolare quella dei falafel al forno. Li ho appena ultimati è sono ottimi , ma sopratutto non sono fritti (esecro la frittura).
    Vorrei infine sapere se l’ attrezzo “indiano” per gli spaghetti di riso Lei lo ha comprato in Italia e ,se si, dove o in che tipo di negozio.
    Grato del suo supporto informativo Le auguro una buona serata.


  18. Roberta 29 gennaio 2009 alle 14:28
    Roberta

    anche io li ho fatti, ho provato a farli anche con le fave e sono davvero ottimi, più delicati. Ora proverò a farli con metà ceci e metà fave.
    Una curiosità: ho letto che il prezzemolo cotto diventa velenoso… voi come vi comportate a tal proposito?


  19. Chicca66 29 gennaio 2009 alle 14:54
    Chicca66

    Ciao Robi, come cresce la creatura? :) Quello che tu hai letto del prezzemolo è vero il prezzemolo cotto rilascia delle sostanze tossiche, ma bisognerebbe assumerne un quantitativo industriale. La fitoterapia dice: è ricco di vitamina C, A, CALCIO, FERRO, ha proprietà diuretiche e depurative. Inoltre il suo decotto è usato per regolare il ciclo mestruale e per alleviarne i dolori. In passato veniva abusato in grande quantità dalle donne incinta per abortire. Troppo spesso infatti, il prezzemolo è usato solo per guarnire piatti o per esaltarne il sapore, quando invece sarebbe opportuno farne un uso più consistente e frequente dati i suoi numerosi effetti benefici. Tranquilla quindi e continua ad usare il prezzemolo…..da un bacio al cucciolo :)


  20. Roberta 29 gennaio 2009 alle 15:01
    Roberta

    grazie Chicca, i felafel li ho fatti alcuni con altri senza xchè li ha assaggiati pure la creatura (e non sapevo come comportarmi), che cresce una meraviglia ed è ogni giorno più divertente (oltre che splendida)!!!


  21. ale63 30 gennaio 2009 alle 10:17

    ciao buonissimi i felafel,ma i miei in cottura non sono rimasti cosi compatti
    l’impasto tendeva a dividersi.Qualsiasi suggerimento è gradito e complimenti
    per il sito veramente utile sopratutto per chi come me è passata da poco
    ad un’alimentazione vegana e poi le ricette sono veramente fantastiche
    ciao e ancora grazie


  22. Sauro Martella 30 gennaio 2009 alle 10:40

    Ciao Ale63 e complimenti per la tua scelta Vegan che noi tutti speriamo di poter aiutare con ricette sempre più appetitose…
    E chissà che anche tu non voglia partecipare a Veganblog.it con le tue creazioni…
    :-)


  23. Chicca66 30 gennaio 2009 alle 11:42
    Chicca66

    Ciao Ale, come ti ha detto Sauro speriamo d’esserti d’aiuto con le nostre ricette……per quanto riguarda la consistenza dei falafel se l’impasto è troppo molle puoi aggiungere un pochino di farina, ma se fai tutto giusto di solito non serve….mi raccomando continua a seguirci :)


  24. pat 1 febbraio 2009 alle 17:13

    wow, felafel superstar. li ho fatti anche io oggi e sono davvero gustosi. Ho aggiunto alla ricetta il cumino e i semi di sesamo.
    Alla prossima!


  25. Leely 15 marzo 2009 alle 18:13

    stasera li mangio :) ho appena finito di prepararli..chissà se mi vengono bene! adoro i ceci e le polpette in genere


  26. Roberta 15 marzo 2009 alle 18:26
    Roberta

    io ho provato a farli anche con metà ceci e metà fave e sono venuti sempre ugualmente buonissimi, anche cotti la sera prima per l’indomani (al compleanno della Maty) e son stati spazzolati


  27. WOW 29 maggio 2009 alle 13:17

    Ho fatto i falafel, ho notato un forte sapore di cumino che me li ha resi un po’… cattivi di sapore.
    Forse devo usare quelli già macinati?
    Comunque, volevo sapere se durante l’impasto li frullate con un po’ d’olio.
    Non amo molto il fritto, cioè non vado pazzo; l’alternativa al forno è valida?
    Grazie.


  28. anna 22 giugno 2009 alle 14:54

    ciao! grazie x questa ricetta in effetti cercavo un’alternativa alla frittura dei falafel e quindi proverò a farli in forno :D
    domanda: nè il cumino nè i semi di finocchio mi piacciono…posso lasciarli via oppure sostituirli con altro?
    grazie ;)


  29. raita 9 luglio 2009 alle 14:45

    ciao! ho scoperto x caso questo sito….volevo fare una domanda, se uso i ceci precotti in barattolo, ottengo lo stesso risultato? grazie tante.


  30. Gas 18 settembre 2009 alle 17:26

    Ciao, ho fatto i falafel, è sono usciti davvero bene, molto buoni, persinomia madre siècomplimentata, è unottima ricetta grazie a chil’hapubblicata :)


  31. La Ste' 28 ottobre 2009 alle 21:18

    Ciao,
    mi presento. Sono Stefania e non sono nè vegan nè vegetariana. Mi piace però sbirciare le ricette di questo sito in quanto ritengo che molte siano originali e gustose!
    Ho provato a fare le tue polpette…FAVOLOSE!
    Ho provato anche una variante con ceci, cipolla, un filo d’olio, sale, pepe e un pò di coriandolo fresco tritato. Messe in forno per circa 20, 30 min…ottime anche così!Te le consiglio…alla fine sono vegan anche quelle!!

    P.S. Mi spiace non poter postare anch’io le mie ricette. Non posso farlo perchè non sono vegan anche se avevo assicurato che avei postato solo quelle che potevano esserlo….mi limito perciò a commentare le vostre proposte culinarie!continuate mi raccomando!


  32. eli 5 dicembre 2009 alle 00:32

    salve a tutti
    sapevo che i legumi in generale necessitano di una longa cottura, di molto calore,in particolare x la cucina macrobiotica e non solo,
    e qui sta il problema.. fare spesso i falafel x me e la mia bimba o cuocere i ceci alla solita maniera x un tempo interminabile, quindi molto meno spesso?
    veg-saluti!


  33. lucan 20 giugno 2010 alle 08:05

    ciao a tutti,
    nella mia ricetta dei falafel ci metto anche il corriandolo,
    ultimamente ne ho fatto 150 ( polpette ) ed in svizzera sono andate a ruba.
    complimenti per il sito, lo terrò in considerazione visto che mi piace pastrocchiare in cucina
    ciao a tutti
    luca da genova


  34. miriam 18 ottobre 2011 alle 16:16

    Ciao a tutti. Ho una domanda un po’ banale, forse: quanto devono stare in ammollo i ceci? Basta una notte o devo lasciarli di piú visto che non vengono cotti? Grazie e complimenti per le magnifiche ricette.


  35. picc.bio. 7 giugno 2013 alle 19:19

    provato a fare i falafel con legumi (sia di fave che di ceci)ammollati ma crudi.
    purtroppo,anche dopo la cottura (al forno), mi rimane un sapore di crudo,col tanfo tipico .
    succede solo a me? come rimediare?grz



Aggiungi un commento

VeganBlog.it


© NRG30 S.r.l.
P.IVA 06741431008
tel. +39 0636491957
fax +39 0636491958

Info

chi siamo
contattaci
feed RSS feed rss

Show Biz Network

ziogiorgio.it
zioforum.it
ziomusic.it
integrationmag.it

 

ziogiorgio.com
ziogiorgio.de
ziogiorgio.es
ziogiorgio.fr

 

lightsoundjournal.com
musicusata.it

VeganOK Network

promiseland.it
veganfest.it
veganok.com
veganok.tv
biodizionario.it

 

veganblog.it
veganwiz.fr
veganwiz.es
veganwiz.com