Brodo con alga kombu e daikon

Questo brodo mi è stato consigliato da un amico esperto in macrobiotica per poter eliminare gli eccessi di proteine animali, e visto che ultimamente siamo così seguiti anche da persone onnivore che magari decideranno se non di smettere ma magari semplicemente diminuire il consumo di proteine animali questo brodo può servire a purificare.pb120019.JPG
Ingredienti (per 1 persona):

1 centimetro circa di alga kombu
1 pezzetto di fungo shiitake
1 cucchiaio di daikon secco
1 pezzetto di radice di zenzero
1 cucchiaino di tamari

Procedimento:
Mettete a bagno per una notte in una scodella abbondante di acqua l’alga il fungo e il daikon. La  mattina seguente bollite per 15 minuti, aggiungete il tamari e cuocete ancora 5 minuti; una volta pronto grattugiate lo zenzero fresco e aggiungetelo; bevete ben caldo (andrebbe bevuto a digiuno), vi sentirete riscaldati dalla testa ai piedi, fatelo per almeno una decina di giorni. Non è la solita ricetta golosa ma credo che qualche volta faccia bene anche volersi prendere cura del nostro corpo così maltrattato anche solo per l’aria che respiriamo  🙂

Nota:
Recentemente, ricercatori giapponesi e americani, sono riusciti a mettere in evidenza, attraverso ricerche e sperimentazioni, l’azione antivirale, antitumorale, ipocolesterolemizzante e ipoglicemica dei funghi shitake che contengono tutti gli aminoacidi essenziali, alcuni allo stato libero, altri sotto forma di proteine. Sono un alimento ricco di glucidi e polisaccaridi; minerali importanti come il potassio, sodio, fosforo, silice, magnesio, alluminio, calcio, zolfo e ferro; importanti vitamine del gruppo B, come la tiamina, riboflavina e la niacina. Gli shitake hanno una notevole azione antivirale agendo mediante un particolare polisaccaride sulla moltiplicazione dei mixovirus. L’alga kombu è un’alga ricca di polisaccaridi e minerali come ferro, calcio, iodio, magnesio, e viene raccomandata in casi di sclerosi, nel trattamento delle artriti, nell’iper e ipotensione, negli squilibri ghiandolari, nelle malattie polmonari, e cardiovascolari, malattie della tiroide, come anche nella prevenzione delle malattie degenerative. Tale alga è ricca di acido alginico che di per sé non è digeribile ed ha un forte potere legante, agisce come un depurativo naturale dell’intestino, raccogliendo le tossine lungo le pareti del colon e consentendo la loro naturale eliminazione; la kombu rinforza anche gli intestini e una preparazione giapponese di nome shio-kombu è stata usata per molti secoli come rimedio per la colite. Il daikon è una sorta di grande ravanello bianco, dalla consistenza carnosa e dal sapore piccante. Proviene dal Giappone (ma cresce benissimo anche in Italia per tutto l’inverno) dove è considerato un vero e proprio alimento medicina. Le sue virtù sono numerose: è diuretico e drenante del fegato, utile per eliminare l’eccesso d’acqua nei tessuti. E’ apprezzato per la sua preziosa azione mucolitica, ma soprattutto come bruciagrassi naturale. Studi recenti hanno confermato diverse proprietà di questa radice, ad esempio contro la dispepsia: esso infatti è capace di agire efficacemente su tutto l’apparato digerente, nei casi di inappetenza o di digestione lenta e laboriosa, flatulenza, meteorismo e gonfiore intestinale per le sue proprietà carminative. Ma esso si è dimostrato efficace anche contro il mal d’auto, la nausea e il vomito in gravidanza, e come antispasmodico. Si sono avute molte conferme sulle proprietà attribuite allo zenzero dall’uso popolare tradizionale, in particolare sull’effetto antiemetico; esso si è dimostrato anche efficace in caso di reumatismi, gastrite e ulcera, mal di testa, ed è stata anche confermata la sua attività antiossidante. Tutte le proprietà dello zenzero sono state evidenziate sia con studi fatti in laboratorio, ma anche con test su volontari sani consenzienti, nei quali è emerso che i soggetti cui veniva somministrato lo zenzero reagivano sempre meglio dei soggetti di controllo cui veniva somministrato un placebo. In particolare l’effetto protettivo contro gastriti e formazione di ulcere nello stomaco è stato dimostrato da numerosi studi, che hanno evidenziato come le proprietà antinfiammatorie di questa pianta agiscano alleviando i sintomi dell’infiammazione della mucosa gastrica, ma possono anche prevenire la formazione di ulcere quando si assumono farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS) i quali, come è noto, hanno come effetto collaterale proprio la creazione di ulcere nel sistema digestivo. La sua attività antinfiammatoria viene sfruttata anche per preparare colliri che hanno una grande capacità decongestionante, utile in moltissimi casi di infiammazione oculare, ad esempio in caso di allergia, di blefarite, o semplicemente per lavaggi oculari rinfrescanti e igienizzanti.

  1. Complimenti per il blog! Vi ho scoperto da un paio di mesi ed ho già sperimentato qualche ricetta (super-slurp!!)
    Domanda ingenua da neofita: dove trovo il fungo shiitake e daikon secco? magari on-line?
    Grazie in anticipo 🙂

  2. Interessantissimo davvero!
    Poi sono terribilmente attratta da qualsiasi cosa abbia come effetto un qualche tipo di depurazione!
    Ma…il sapore?Fa schifino o è bevibile?

  3. Giustissimo!!

  4. Ciao ragazze, per Cristina i funghi shiitake e il daikon lo trovi nei negozi bio e che vendono prodotti di macrobiotica, quelli che uso io sono di “Finestra sul cielo”, sicuramente anche on-line se preferisci, il daikon si trova anche fresco nei supermercati in questo periodo, sono come delle carotone enormi biancastre:
    Per anonimo e Lucrezia il sapore non è per nulla schifoso anzi a me piace, è quando si cuoce che non è il massimo il profumo per colpa della kombu, ma credetemi è possibile usarlo anche come brodo per farsi una semplice pastina che rimmarrà gustosa, io il daikon lo uso spesso anche nelle zuppe o assieme ad altre verdure, la sua azione depurativa e diuretica non si perde 🙂 Un salutone e continuate a seguirci 🙂

  5. Io l’ho bevuta domenica mattina e l’ho trovata squisita!! Tanto che ho fatto il bis Lunedì…

  6. Ciao,
    complimentoni per il blog è bellissimoe interessantissimo! volevo chiederti una cosa in merito a questa ricetta una volta che il brodo è pronto cosa ne faccio del daikon, del fungo e dell’alga? li posso frullare e bere col brodo? o riutilizzare?

  7. Ciao Michela scusa il ritardo, mi era sfuggita la tua domanda, alga daikon e fungo li puoi riutilizzare come preferisci, io di solito li aggiungo a qualsiasi cosa come potrebbe essere un risotto, una minestra, certo è che non li devi buttare ma mangiare 🙂 Salutone e scusa il ritardo!!!!

  8. Ciao Chicca, grazie 1000 per la spiegazione.

  9. Buongiorno a tutti! Questo blog è una vera miniera di prelibatezze! Ma per avvicinarmi ad una alimentazione migliore ho cominciato con questo brodo depurativo, fra l’altro buonissimo.
    Ho un dubbio: si fa bollire il tutto nell’acqua dell’ammollo o si fa con acqua nuova? Io nel dubbio l’ho filtrata e ho usato quella dell’ammollo ma non so se ho fatto bene.
    Grazie in anticipo per la risposta!

  10. Ciao Pippi, devi bollire con l’acqua d’ammollo senza filtrare 🙂
    Grazie per il complimento e mi raccomando continua a seguirci 🙂

  11. P.s.: spero tanto che veganblog ti possa aiutare come ha aiutato me e tanti altri per capire che alimentarsi in modo sano significa anche poter vivere bene senza proteine animali 🙂

  12. Ne sono certa!
    E grazie per la risposta!
    P.S. ho altre mille domande da fare … spero di non scocciare troppo!

  13. Sei benvenuta qualsiasi domanda tu voglia farci, non avere paura di scocciare anzi ogni domanda tua può servire a tanti altri 🙂

  14. Ciao Pippi61 e benvenuta su veganblog.it
    🙂

  15. Saurinoooooooooooo…………come strate? Sò che Renata è presissima 🙁 Ci manca diglielo……..un grosso abbraccio a tutti e due 🙂

  16. Domanda Chicca: ho comprato l’alga kombu…a parte le ricette, adesso la cnfezione aperta dove la metto? in crednza o in firgo? e se nn uso tutta l’alga lessata, posso tenerla in frigo per uno o due giorni?

  17. Ciao tesoro, puoi tenere tanquillamente l’alga in dispensa, magari mettile in un barattolo e anche nel loro sacchetto, una volta cotta la puoi conservare in frigo per alcuni giorni e magari tagliata a fettine l’aggiungi alle pietanze che mangi abitualmente, così fai il pieno di calcio……………come va il fondo schiena 🙂

  18. Chicca, guarda la mail !!!

  19. Meglio grazie! ho preso una bella botta, eh sì….anche comica, volendo: sono cascata a gambe e popò in aria in pieno centro….due signori anziani sono subito corsi in aiuto e, credendo che avessi 14 0 15 anni, mi hanno detto “Ci ricordi taaanto nostra nipote”…

  20. Giusto x ribadire il concetto di donna-fumetto …

  21. Questa è una ricetta meravigliosa, una spiegazione fantastica di tutte le proprietà, ti abbraccerei 🙂
    Un pezzo di fungo… ma posso metterne uno piccolo intero?, Sono così piccoli questi funghi che a toglierne un pezzo mi sembrerebbe di non lasciarne.

  22. Grazie Akentos, gli shiitake hanno un sapore molto forte, ma se a te piace puoi metterne uno intero 😛

  23. bè grazie chicca per l’idea super nutriente e sana.

  24. Di nulla Acquaviva è sempre un piacere 🙂

  25. wow che bellezza!! devo decidermi a trovare un buon negozio di alimenti naturali così riesco a trovare l’alga kombu, il daikon e i funghi shitake…al naturasì vicino a casa mia non li ho mai trovati 🙁

  26. il daikon crudo come si può utilizzare???

  27. questa ricetta è eccezionale!! proprio oggi ho comprato il daikon e lo zenzero, mi mancano i funghi shiitake e non vedo l’ora di fare questa ricetta!!

  28. complimentissimi e una domanda: questo brodo si può consumare anche in gravidanza?
    grazie e ancora complimenti

  29. Ciao Valentina, ti rispondo io in attesa che Chicca ci dia maggiori info. Intanto ti dico che puoi tranquillamente berlo in gravidanza, anzi, è un toccasana! Mantieni il tuo corpo il più possibile leggero e pulito, ne avrai grandi benefici!!! 😉 buona serata

  30. salve stasera ho provato per la prima volte l’alga marina kombu assieme al brodo di miso ho condito una semplicissima ma molto buona pastina in brodo.sapore ok. ma e’ vero che l’alga si puo’ usare solo una volta a settimana come riporta la confezione???? io la cucinerei piu’ spesso.
    adesso vorrei provare la ricetta che proponete con lo zenzero i funghi etc etc.
    un abbraccio a presto.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Vai alla barra degli strumenti