Il germogliatore

28 commenti


Mai “attrezzo” fu più amato in casa nostra! Non consuma (esiste anche quello elettrico, però io mi trovo bene con questo e costa pure assai meno!), non fa rumore, è economico e permette di ottenere uno degli alimenti migliori che esistano al mondo: i germogli! Bè, economico si fa per dire, visto che costa attorno ai 20 euro ed è solo plastica… E’ possibile costruirsene uno, ne fa un esempio Erbaviola su www.erbaviola.com, però io faccio germogli in continuazione, quindi rimango dell’idea che siano in ogni caso soldi ben spesi! Anzi, in realtà di germogliatore ne ho anche un secondo, più piccolo, con solo due ripiani, e solitamente sono entrambi a “pieno regime”… Voglio innanzitutto decantare le lodi dei germogli: sono VIVI, ricchi di enzimi, vitamine e Sali minerali, che il processo di germinazione, con l’acqua, attiva e rende più biodisponibili per il nostro organismo. La quantità stessa di alcune vitamine aumenta considerevolmente con la germinazione! Altra dote: avendo assorbito acqua (come avviene normalmente durante la cottura di semi e legumi) è possibile mangiare crudi anche quei semini che normalmente dovremmo far cuocere, penso ai cereali, lenticchie, azuki verdi… I germogli di alcune particolari piante sono particolarmente ricchi di antiossidanti, ferro e calcio. Poi sono buonissimi! Alfa-Alfa (o erba medica) e germogli di cavolo broccolo sono deliziosi anche da soli, aggiunti alle insalate o anche a piatti caldi di cereali, per esempio, avendo l’accortezza di aggiungerli solo dopo aver spento il fuoco, per evitare di farli cuocere… Io li uso spesso anche nelle pappe del topo, anche se devo avvertire che alcuni hanno un retrogusto amarognolo che magari non è gradito a tutti i bambini, ma il topo non ha mai fatto storie! Assolutamente importante è però usare semi biologici e integrali! Passando alla pratica è sufficiente porre i nostri semini sul ripiano del germogliatore, non troppo fitti perché gonfiano man mano che assorbono l’acqua! Spesso ho letto che sarebbe necessario lasciare taluni semi in ammollo per una notte, ma a me germogliano bene anche quando dimentico l’ammollo! Poi bisogna bagnarli! In fondo non sono altro che una piantina in crescita! Passo il germogliatore sotto il rubinetto aperto a filo mattino e sera; l’acqua che sgocciola sarà raccolta dalla vaschetta-base del germogliatore. Quest’acqua non buttatela, ma usatela per bagnare le piante… Il germogliatore va lasciato in luogo fresco e al riparo dalla luce diretta, anche se qualche ora di luce, poco prima di mangiarli, attiva la clorofilla dei nostri germogli ed è quindi consigliata! Quando i germogli sono alla lunghezza desiderata (va a gusti, di alcuni mi piace che abbiano le foglioline, altri li preferisco appena germogliati) è sufficiente sciacquarli e mangiarli! Buon appetito!

   
  1. icetrap 7 maggio 2008 alle 15:46

    Aiuto!!! Soccorsi!!!
    Io ho un germogliatore identico a questo (nella foto) ma… o i germogli fanno la muffa subito al II, III giorno; oppure la fanno in frigorifero nel contenitore in cui li metto per conservarli.

    Cosa sbaglio???


  2. mammafelice 7 maggio 2008 alle 16:33

    Non lo so! Io ho problemi di muffa sono con alcuni (la quinoa e l’avena), tutti gli altri non mi danno problemi!
    Forse metti troppi semini per ripiano e rimanendo troppo pigiati rimane acqua tra di loro?
    Se fanno la muffa in frigo forse li metti via che sono troppo bagnati, prima di riporli in frigo meglio tamponarli con un canovaccio da cucina, così si mantengono più a lungo.
    Fammi sapere se mettendoli più radi va meglio ( io cerco di metterne in modo che i semi non si sovrappongano l’un l’altro tenendo conto che gonfiano… Poi in realtà i legumi mi si sovrappongono sempre un po’, ma non mi hanno mai dato problemi di muffe quelli, solo i cereali…
    ciao


  3. stella10 7 maggio 2008 alle 16:57

    Scusatemi ma quel germogliatore della foto dove si compera?


  4. mammafelice 8 maggio 2008 alle 11:02

    Io l’ho trovato in una erboristeria-negozio di alimenti naturali… Credo che ne abbiano anche i vari NaturaSì e simili (ma nel mio paesino non ci sono)!
    Io conosco solo 3 germogliatori di plastica: questo della Geo (italiano); uno sempre a tre piani, ma di plastica trasparente e un poco più compatto (svizzero) e uno piccolo, che è l’altro che possiedo, quadrato a due piani, Che si chiama Bergs Biosalad (credo tedesco).
    Con quello più piccolo mi trovo molto bene per i semi più piccini come alfa alfa e cavolo broccolo.
    Il problema muffe non mi è ancora ben chiaro da cosa dipenda! Non credo che ci sia un modello nettamente superiore contro le muffe.
    va bè, poi c’è il germogliatore elettrico che costa più di 100 euro, ma a me pare eccessivo!


  5. giuliette 5 luglio 2008 alle 10:42

    CIAO ANCHE IO HO IL GERMOGLIATORE IDENTICO A QUELLO DELLA FOTO. UNA VOLTA HO PROVATO AD USARLO MA NON SONO STATA MOLTO SODDISFATTA..VOLEVO SAPERE CHE TIPO DI SEMI USATE? IO HO PROVATO CON I CECI, LE LENTICCHIE E I PISELLI SECCHI, VANNO BENE?SI POSSONO FARE ANCHE I GERMOGLI DEI CEREALI COME AVENA E FARRO?MI AVETE FATTO VENIRE VOGLIA DI RIPROVARCI!!


  6. lola 24 luglio 2008 alle 08:24

    Io non l’ho preso per questioni di ingombro eccessivo, ma ho trovato navigando qui e là, un metodo economicissimo e che ho sperimentato per fare i germogli: sacchetti di lino da tenere appesi al rubinetto della cucina e bagnare 2 o tre volte al giorno.
    Il risultato è garantito e niente muffe perchè i semi respirano! Ho provato con le lenticchie verdi, che prima avevo ammollato in acqua, ottime! Ho provato con i fagioli azouki, meno buoni come sapre, ma risultato identico e infine ho provato coi semi di frumento: molto gradevoli!


  7. biabau 3 ottobre 2008 alle 22:25

    sono proprio felice di queste info, vorrei sapere se i germogli di grano duro bio,possono servire per depurare l’organismo.
    e poi ci sono altri metodi a parte il germogliatore, mi riferisco a metodi della nonna per fare i germogli?
    grazie


  8. zia debbie 9 ottobre 2008 alle 10:38

    io ho un germogliatore come quello della foto l’ho trovato in uno dei supermercati naturasì al costo di poco più di 20 euro mi pare, e si trovano lì pure i semi di ogni tipo da far germogliare. Mi sono trovata molto bene il problema della muffa mi è capitato solo una volta non ricordo con quali ma credo sia dovuto allo spazio limitato.
    Comunque bisogna insistere perchè sono davvero ottimi provateli in insalata con le patate bollite olio di sesamo un goccio di aceto di mele tutto rigorosamente biologico!!!


  9. Andrea 13 ottobre 2008 alle 21:57

    Ciao a tutti…
    Questo è davvero interessante!! Solo non ho ancora capito se i semi da mettere sono quelli normali che di solito si mettono in ammollo per poi cucinarli o se sesistono dei semi apposta…
    Grazie!!
    Saluti


  10. gianfranco 29 ottobre 2008 alle 21:28

    Io ho girato parecchio in città ma noin riesco a trovarlo uguale al tuo.
    Dove lo posso trovare?
    Grazie ciao


  11. lidia 29 novembre 2008 alle 12:16

    CIAO!io l ho comprato in un negozio dellla D-mail vendano un sacco di oggetti per la casa e l ho pagato 16 euro!ma sono negata a far germogliare..l ho nascosto ma ora lo ritiro fuori e ci riprovo!!!grazie lidia


  12. figlia delle stelle 11 dicembre 2008 alle 23:38

    Pure io ho questo germogliatore, lo trovo fantastico.
    Il mio è di colore verde :-)
    questo
    http://www.semilandia.it/product_info.php?products_id=756
    invece i germogli gli ho presi qui
    http://www.macrolibrarsi.it/search.php?search3=germogli&search2=9


  13. Alda 7 gennaio 2009 alle 20:15

    con riferimento alla richiesta di metodi alternativi al germogliatore, propongo un sottovaso (con funzione di recipiente), del cotone biologico bagnato (che fa da substrato) ed i semi da far germogliare posti direttamente sul cotone (che deve sempre rimanere umido) senza che siano sovrapposti, affinchè non muffiscano.
    è una “germogliera” povera ma efficace, che di norma viene fatta fare ai bambini all’asilo od ai primi anni di elementari per far comprendere ed ammirare lo sviluppo di una pianta a partire da un seme… “insignificante”….

    provare per credere e… buon raccolto!


  14. BioContessa.it 7 gennaio 2009 alle 21:07
    Renata Balducci

    Ottima idea..
    :-) !


  15. Elettra 15 gennaio 2009 alle 23:40

    Ciao a tutti,
    premetto che non mi sono mai piaciuti i germogli di soia, nemmeno gli involtini primavera (in quanto vi erano appunto presenti) oppure saltati…
    … ma visto che sono così salutari, già da un pò pensavo di comprarmi un germogliatore, invece me lo ha regalato a Natale un’amica.
    Nella confezione c’era una bustina-prova di semi di fagiolo mungo (che ho poi scoperto dovrebbe essere soia verde, giusto ?), li ho seminati domenica sera un pò scettica e stasera li ho “degustati”.
    La mia intenzione era quella di condirli con sale olio e aceto balsamico e mangiarli così in insalata, ma assaggiandoli sconditi mi sono accorta che erano un pò troppo amarognoli per i miei gusti (avrò forse sbagliato qualcosa ?), quindi li ho uniti alla meravigliosa fagiolata tiepida di mia mamma e alla fine sono riuscita a mangiarli.
    (Così facendo ho mangiato troppi legumi ? In futuro secondo voi sarebbe magari meglio mangiarli accompagnandoli a cereali e/o verdure/minestrone ?)
    Quelli che ho avanzato li ho messi in un canovaccio che ho riposto in frigo (ma per quanto tempo si manterranno così ?).
    Stasera ho seminato una miscela di semi di alfa-alfa, crescione, fieno greco e senape.
    Avete dei consigli da darmi sull’innaffiatura e le tempistiche relative alla stessa ed al raccolto per questi tipi di semi misti ?
    Scusatemi per tutte queste domande, ma mi si sta aprendo davanti agli occhi il “fantastico mondo dei germogli” e non so bene come muovermi…
    Attendo i vostri gentili suggerimenti e quantaltro vi possa venire in mente per una “neofita dei gerrmogli” come me.
    Grazie e buona serata,
    Ele.


  16. dora 3 marzo 2009 alle 20:20

    Germogli e Germogliatore , ne ho trovati a prezzi interessanti su : http://www.chenurio.com


  17. valeria 18 aprile 2009 alle 14:55

    Ciao a tutti/e,

    proprio oggi ho comprato un germogliatore (di quelli in plastica, a più piani), nella Bottega di commercio equo e solidale della mia città (Siracusa). Mi sono , dopo diverso tempo, convinta a provare l’esperienza dei germogli, consigliatissimi nell’alimentazione della Kousmine. Sono capitata per caso in questo forum e ho trovato informazioni che credo mi tornarenno utili. Grazie!
    Valeria


  18. Silvia D 30 aprile 2009 alle 23:55
    Silvia D

    cari utenti, mi hanno regalato proprio il germogliatore della foto in apertura: il problema è che non so quali semi utilizzare! vanno bene i semi confezionati di naturasì -per capirci-? aiutatemi, ho questo affare inutilizzato in mezzo alla cucina e non so che farne…


  19. Giulia 10 ottobre 2009 alle 20:56

    Ciao a tutti
    Anche io ho il germogliatore della foto e mi trovo benissimo! Compro i germogli biologici nelle bustine e seguo le istruzioni: alcuni sono più semplici (i legumi), altri, come i semi di rucola, fanno una gelatina e sono un po’ più delicati.
    Qualche giorno fa ho fatto un esperimento: ho messo a germogliare i chicchi di mais dei pop-corn, ma ora non so se sono pronti…qualcuno di voi ha esperienza? sono alti circa 5 cm e verdi e hanno sviluppato un po’ di radici.
    Grazie


  20. valeria 5 gennaio 2010 alle 21:12

    Ho appena comprato il germogliatore in plastica, come quello della foto.
    Ma non ho capito : quanta acqua devo mettere? I semi devono essere COPERTI completamente dall’acqua o solo inumiditi???

    Help me!!!
    Grazie


  21. raffaella 5 maggio 2010 alle 16:21

    Anch’io con il germogliatore “modello naturasì” ho problemi di muffa. Qualcuno sa dirmi dove sbaglio?


  22. cristina 18 giugno 2010 alle 12:40

    ho appena comprato il germogliatore da NaturaSì (quello verde, per intenderci)… i germogli ho provato a coltivarli con il metodo piatto-garza di cotone ma non so perchè mi dava l’idea di qualcosa di poco igienico… quindi – appunto – sto provando con il germogliatore.
    ho seminato martedì sera, crescione e rucola. il crescione ha già germogliato, stanno spuntando le prime foglioline biancastre. la rucola è ancora in semi-letargo.

    ora, questa è la prima volta col germogliatore, ma anche col metodo “economico” non ho mai avuto problemi di muffa. forse il problema è dove sia il germogliatore… o forse sì, c’è troppa acqua… credo che i semi debbano un po’ respirare.


  23. Mammafelice 18 giugno 2010 alle 17:27

    Sì, probabilmente c’è troppa acqua. Oppure (ed è molto probabile per quei semi che fanno un po’ di gelatina o peluria) hai messo troppi semini e si toccano troppo. Meglio metterne pochi perchè gonfiano tanto e se sono un poco distanziati gli uni dagli altri circola meglio l’aria.

    Confermo che si può far germogliare qualunque seme, però per ovvie ragioni meglio bio, e integro (quelli perlati non germogliano perchè privi del germe!). Io uso sia quelli che si trovano nelle bustine apposite (alfa-alfa, crescione, fieno greco, cavolo broccolo ecc.), sia il grano duro, la quinoa, l’orzo e farro, ecc. Sia con i legumi (di tutti i tipi) che però, tranne le lenticchie ed i mung, vanno fatti cuocere almeno un po’ anche dopo germinazione ;-) Mai provato con il mais!
    :-)


  24. Akentos 18 giugno 2010 alle 19:45

    Adesso capisco perchè il miglio che sto provando a far germogliare non ne vuol sapere:) è perlato.


  25. Alice 23 settembre 2011 alle 18:57

    Ciao ragazzi!^_^
    Anche io ho comprato un germogliatore, però non capisco una cosa: il mio ha due ripiani non forati, è normale? dalla foto qui sembra che mettiate i germogli in 3 ripiani su 4, e che solo l’ultimo sia usato come vaschetta per raccogliere solo l’acqua…
    Che senso ha avere due vaschette di raccolta?
    grazie^_^


  26. Federica 23 settembre 2011 alle 22:40
    aFederica Gif

    Davanti a ogni seme che germoglia ricordo sempre l’entusiasmo che provavo da bambina!


  27. Stefania 24 settembre 2011 alle 01:34

    Oh i germogli,
    è da un po’ che non li faccio, sarebbe ora di riprendere!

    Vi giro un logbook, con le foto, che feci qualche anno fa:
    http://sveglia.wordpress.com/2009/04/26/germogli-alfalfa-logbook/
    può essere utile a chi li fa la prima volta.
    :)


  28. kationa 29 novembre 2013 alle 16:42

    ciao
    che differnza c’è tra mangiare tutto il germoglio compreso il seme o tagliare i germogli?
    in rete si aprla di fare ricrescere i germogli dalle stesse radici, ma ci sono delle perdite nutrizionali o è lo stesso?
    grazie e ciao



Aggiungi un commento

VeganBlog.it


© NRG30 S.r.l.
P.IVA 06741431008
tel. +39 0636491957
fax +39 0636491958

Info

chi siamo
contattaci
feed RSS feed rss

Show Biz Network

ziogiorgio.it
ziopages.it
zioforum.it
ziobazar.it
ziomusic.it
integrationmag.it

 

ziogiorgio.com
ziopages.com
ziogiorgio.de
ziopages.de
ziogiorgio.es
ziopages.es

 

ziogiorgio.fr
ziopages.fr
chitarristi.com
bassisti.com
lightsoundjournal.com
ziogiorgio.tv

Life Network

promiseland.it
veganblog.it
veganok.com
biodizionario.it

 

veganwiz.com
veganwiz.es
veganwiz.fr